HO APERTO LA VETRINA DEI RICORDI

QUI.

Ho esitato a lungo prima di fare questo passo, ma poi mi sono detta: perché no? Perché non allestire una vetrina con i miei ricordi più belli?
Non intendevo ricordi strettamente personali, quelli di vita sono già custoditi nelle pagine del mio diario e in quelle della memoria. Ma c’era una fetta del mio vissuto che rappresentava un’esperienza a parte, un’avventura con la consistenza del sogno. Avevo un po’ paura che mi sfuggisse e invece volevo riacciuffarla.

Sto parlando delle mie avventure letterarie. Da quando molti anni fa ho cominciato, come si dice, a provarci con qualche impegno, a uscire dalla dimensione del privato, la vita mi ha riservato delle piccole grandi sorprese. Ho scoperto, con la meraviglia di Alice, che quello che scrivevo poteva piacere anche agli altri. E sono arrivati, negli anni, premi e riconoscimenti, e poi incontri importanti e momenti memorabili.
Con l’esperienza che ho adesso, posso dire che a molte persone dell’ambiente letterario questi passi sembreranno poca cosa, diranno che in fondo non hanno portato a niente.
Non è così per me. Per me tutto quello che ho vissuto ha avuto molta importanza. È stata una catena che mi ha portato fino a qui, costruendo qualcosa dal nulla.
Non è vero che non hanno portato niente: hanno regalato esperienza ed emozioni a una ragazza che partiva da zero.

Chi mi conosce sa che non sono una che si vanta, anzi, mi sento sempre in difetto, mi pare che mi manchi sempre qualcosa, non apprezzo ciò che scrivo se non lo apprezzano anche gli altri… Però devo con tutta onestà voltarmi indietro e riconoscere quanto di bello ho avuto fino qui.

È per questo che nasce la mia vetrina di ricordi.

In casa ho uno scaffale polveroso dove ripongo alcuni trofei, a memoria di concorsi letterari che mi hanno vista in qualche modo protagonista.
Qui in rete apro una vetrina dove conservare i ricordi.
Piccoli e grandi.
Li metto lì, in mostra, per fermarli nel tempo.
Quelli più lontani li ho ricostruiti basandomi sulla memoria, sulle foto, sui ritagli di giornale… potranno non essere precisissimi, ma le emozioni sono ancora vive, quelle le ricordo bene.

L’allestimento della vetrina procede un po’ a rilento, ci vorrà pazienza. Il tempo è poco, le cose da metterci sono abbastanza…
L’intenzione è di arrivare fino alle avventure più recenti. Un piccolo album, qualcosa da guardare ogni tanto con la simpatia che si riserva al passato.

Bisogna che me ne convinca prima o poi, perché ancora non sembra vero neppure a me: qualcosa l’ho pur combinata, almeno fino a qui!!…

Per fortuna ora mi basterà aprire la vetrina per crederci davvero.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: