NUOVE SFIDE, NUOVE PUBBLICAZIONI/1 : 365 RACCONTI EROTICI PER UN ANNO

Di tanto in tanto qualche bella soddisfazione una se la può pure prendere. Una che scrive, poi, sia pure per hobby e a tempo (molto) perso, identifica la soddisfazione con la pubblicazione, e scusate se è poco.
E difatti mica è poco quando, facendo i conti, scopri che tra giugno e luglio hai ben tre racconti che escono su altrettante antologie.
Dovrei esserci un tantino abituata, ormai, ma ogni volta non posso fare a meno di provare quel pizzico di piacevole incredulità e di orgoglio che rendono stimolante e mai noioso un passatempo così privato e personale come la scrittura.

Tre racconti dunque in tre antologie, tutte meritevoli di attenzione, e di cui vado particolarmente fiera. Tre sfide da raccontare.

365 racconti erotici per un anno, Delos book


Bè, questa, per cominciare è stata veramente una sfida che non credevo di poter superare.
In rete circolava l’invito a partecipare a un progetto innovativo ed originalissimo: dar vita ad un’antologia di racconti a sfondo erotico, brevissimi, lunghi una pagina appena, uno per ogni giorno dell’anno, uno per autore. Proprio così, in tutto 365 autori, per la curatela di Franco Forte, importante scrittore, giornalista sceneggiatore e un sacco di altre cose. Si era mai visto tanto affollamento in una raccolta? Non credo.
Come non credevo di essere adatta a questo genere; no, mi dicevo, non fa per me.
Eppure… perché non provarci?
La sfida era ardua, ma proprio per questo allettante. Mi piace mettermi alla prova e mi piacciono le novità, e così, nonostante le difficoltà più o meno immaginarie che temevo, mi sono buttata.

La prima difficoltà, per la sottoscritta, è stata l’argomento. L’eros esplicito non è facile da raccontare, specie se si ha un carattere riservato come il mio. Certe cose fanno parte di una sfera privata che considero debba restare privata. Però capisco, so da sempre, che raccontare non vuol dire sbattere sulla pagina i fatti propri, e del resto non è mai stato solo così per me. Scrivere vuol dire, anche, sublimare, inventare, fantasticare e magari pure sognare. Trasformare. E l’eros è un argomento come un altro. Non dovevo mica descrivere quello che faccio io… cioè, non solo quello, cioè… lasciamo perdere.
Nel raccontare posso unire ricordi, esperienze, letture, faccia tosta e timidezza, sensualità e ironia e vedere cosa ne esce fuori.
Una volta ragionato su questo, ho tratto un bel respiro, riflettuto e ricordato.
Ricordavo la letteratura di questo genere cui mi sono avvicinata con curiosità e partecipazione, ricordavo alcuni classici che riempiono ancora uno scaffale della mia libreria: Il delta di Venere, Le età di Lulù, Histoire d’O n.2, Emmanuelle, La chiave e altri, perfino De Sade e il Kamasutra… per non parlare della serie Il pizzo nero e addirittura, in gioventù, per soddisfare un sano prurito adolescenziale, le letture di alcuni Harmony un po’ piccanti. Inutile negare, una certa curiosità per questo tipo di narrativa l’ho sempre avuta…
Quindi ho degli esempi validissimi cui ispirarmi. E difatti è stato proprio un classico che mi ha suggerito una specie di trama, quell’ Histoire d’O n.2 (ma anche il primo, Histoire d’O) che per un pezzo è rimasto fra i miei preferiti.
Così ho superato la prima sfida e ho scritto.

Ma subito si è apprestata la seconda sfida: la lunghezza, anzi, la brevità. Tutta la storia doveva nascere, evolvere e finire nello spazio di una pagina. Difficilissimo. Io non sono una che si dilunga molto, ma nemmeno una troppo striminzita, per me una sola pagina è un limite pazzesco. Ma lima di qua, lima di là, parecchio a malincuore, perché per me ogni parola ha un peso determinante e le rinunce mi costano, ce l’ho fatta. Penso che la storia sarebbe venuta meglio con qualche parola in più, ma non posso farci niente.
L’importante è che anche la seconda sfida, in qualche modo, sia superata.

E poi c’è la terza…quella della selezione! Oltre 2000 sono stati i testi pervenuti alla redazione, tra cui anche quelli di nomi noti, professionisti della scrittura… eppure ho superato anche questo importante scoglio e sono stata prescelta! E la cosa mi fa tanto più piacere proprio perché, nonostante i dubbi sulle mie capacità, ho voluto ugualmente provare a superare i miei limiti. A dimostrazione che non bisogna mai rinunciare a priori, ma sempre aver fiducia nelle proprie possibilità.
Ed ecco dunque il risultato, il mio primo racconto erotico, se non vogliamo contare qualche precedente meno esplicito (ma secondo me più accattivante) in un tentativo di romanzo mai finito. Mi si ritrova nella pagina con la data del 22 marzo, in questa antologia dalla veste, ehm, discinta ma elegante, distribuita in tutte le librerie da un editore prestigioso, in compagnia di nomi noti e meno noti, impossibile da citare tutti qui.
Un bel risultato, no?…

Annunci

Tag: ,

2 Risposte to “NUOVE SFIDE, NUOVE PUBBLICAZIONI/1 : 365 RACCONTI EROTICI PER UN ANNO”

  1. Pedalopoco Says:

    🙂
    “Un bel risultato, no?…”

    e certo che si cara Ramona….
    un super risultato….

    Un abbraccio

    peda

    Mi piace

  2. ramona Says:

    grazie, amico mio… e ancora non è finita…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: