QUELLE MANI…

Ha il tocco leggero, ma ne avverto la profondità. Le sue mani percorrono il mio corpo, centimetro dopo centimetro, con lentezza e decisione. Sanno dove devono andare e cosa devono fare. È un istinto naturale che le porta a questo, ma anche un indubbio sapere, una conoscenza del mistero del corpo.
Non posso negare che mi piace. Fino alle lacrime. Mi commuovo, perché finalmente qualcuno si prende cura di me, mi dà sollievo. Penso, in modo confuso ma consapevole, che era proprio quello che desideravo, quello che aspettavo da sempre. E mi chiedo perché c’è voluto così tanto per incontrarsi, per avvertire quel tocco su di me. Perché mai nessuno ha mai pensato che era di questo che avevo bisogno?
Un nodo mi stringe davvero la gola, mentre un po’ mi compatisco e un po’ sento le emozioni del profondo risalire in superficie. Risalire verso quelle mani delicate ma decise.

I muscoli si rilassano, ma quelli che ne hanno bisogno sono sollecitati nel modo più giusto. Stanno all’erta come un gatto che si aspetta di essere accarezzato contropelo. Ma è un allarme benefico, la spinta che sveglia dal torpore di un’inutile e infinita attesa. Che, insomma, dà il senso dell’essere vivi.
Le mani proseguono, su di me, la loro instancabile attività. So che durerà più o meno un’ora, questi sono i tempi, e cerco di concentrarmi su ogni minuto che si dedicano a me. Sono calde, mi trasmettono il calore che la pelle nuda non riesce a trattenere, mi fanno bene. Quasi come una medicina. E come una medicina tirano fuori il male che ho dentro, lo trattano, lo combattono. Sciolgono tensioni antiche.

Nei minuti in cui la mente si svuota, immediatamente si riempie di nuove sensazioni. E di ricordi. Di nuovo mi salgono le lacrime agli occhi. Io amo il contatto, ho sempre cercato le carezze e forse non ne ho avute molte da bambina. Ma ne avevo bisogno. D’istinto ne sono parca anch’io, così in fondo mi è stato insegnato, ma non mi trattengo quando riconosco in chi ho di fronte la mia stessa urgenza: un vecchio bambino, un malato terminale, un cucciolo, un amore nel momento in cui è più vulnerabile. E se poi le incontro, le carezze, e sono solo mie, rivolte solo a me, divento di nuovo un gatto e faccio le fusa, indifesa nel modo più completo. Mi si compra, con le coccole.
E sempre d’istinto però mi ritraggo se il contatto è un po’ più brusco e doloroso. La mia pelle necessita di un tocco leggero, fugace, ma caldo, comunicativo.
Come quello di queste mani.

Queste mani, su di me, mi comunicano la loro sapienza, la disponibilità a farsi carico del mio dolore, la volontà di darmi benessere, più che piacere. Sono le mani che da tempo sognavo, e nemmeno lo sapevo.

Non sono le mani di un innamorato.
Sono le mani di una fisioterapista che conosce il suo mestiere.
Dio la benedica.

Annunci

4 Risposte to “QUELLE MANI…”

  1. golenaprofondamtb Says:

    Semplicemente fantastico….
    Anche se avevo intuito fin dalle prime righe di che mani
    si stavano tessendo le lodi 😉

    Un abbraccio

    Peda
    (mi vedi loggato perchè con gli amici della MTB abbiamo
    deciso di aprire un piccolo blog…)

    Mi piace

  2. ramona Says:

    Grazie amico Peda… sapessi quant’è fantastico invece sentirsi rinascere,un po’ alla volta…
    Verrò a vedere il vostro blog, appena posso, naturalmente!!!
    Un bacio!

    Mi piace

  3. siamevita Says:

    wow…..bello…
    descrivi sensazioni…
    bello…beh..io nn avevo capito di ke si trattava..
    pero conosco le mani di un fisioterapista….
    quindi..dio li benedica!!!!!!….ciao!!

    Mi piace

  4. ramona Says:

    davvero, siamevita… benediciamoli, che senza di loro saremmo perduti!… Ciao, torna a trovarmi!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: