DOVE STA NATALE

È natale in ogni 25 dicembre.

È natale nella richiesta di una giovane donna immigrata di trovarle un lavoro qualsiasi per almeno un mese, quanto le serve per racimolare soldi e tornare al suo Paese, nella sua confessione di essere priva di permesso di soggiorno, nella certezza che nessuno potrà aiutarla. È natale nel numero di telefono che ti lascia speranzosa. È natale nella sua piccola bugia quando chiede soldi per comprare il latte in polvere ad un improbabile fratellino di otto mesi.

È natale nel sorriso del giovane africano che per strada vende libri che parlano della sua terra, nella carica di ottimismo che sembra impossibile possa mantenere quando le sue spalle hanno retto, e reggono, una vita certamente più dura della tua.

È natale nel dolore che tormenta il fisico e mina l’anima, che vorresti solo che passasse, come passa la stella cometa alla fine di dicembre.

È natale nelle poche luci accese in città, in nome di un risparmio che non risparmia nessuno.

È natale nell’aria che promette una nevicata che non arriva mai e nel gelo di un inverno senza il calore del bianco mantello.

È natale nell’amarezza di chi perde il lavoro, di chi il lavoro non lo trova, di chi muore per lavoro, di chi vive un lavoro senza dignità.

È natale nell’affetto di un’amicizia e perfino nella malafede di chi si professa amico ma dubita di te.

È natale nella ricerca di un rifugio nella soffitta di un ospedale, alla ricerca di un riparo dal gelo dei cuori.

È natale nei diritti negati, nella violenza gratuita che non spegne la speranza, nell’ignoranza che non ammette cultura.

È natale in un ciocco che scoppietta nel caminetto e nelle pagine di un buon libro.

È natale fra i pastori e gli agnelli di un presepe di cartone, sotto i rami di un abete di plastica che si fa vanto di avere salvato un fratello vivo.

È natale nell’abbraccio di un gatto e nell’amore incondizionato che illumina gli occhi di un cucciolo.

È natale in una chiesa deserta e in una chiesa affollata di carità.

È natale in ogni luogo che hai visitato e che ha lasciato un segno dentro di te, e in tutti quelli che non hai ancora visto e che forse non vedrai mai.

È natale in ogni anno che ti ha accompagnato da quando hai messo piede nel mondo.

È natale nella meravigliosa macchina dell’universo, nelle creature al di là delle stelle che chissà, forse ora si chiedono come te dove sta il natale.

È natale nella speranza indomabile che il peggio sia già passato, il fondo raschiato e sfondato, e che da oggi possa solo andare meglio.

È natale nelle banche e nelle casseforti, nei doppiopetti grigi o neri, nelle incomprensibili parole della finanza che vogliono dire solo una cosa: ti abbiamo fregato e non ce ne importa niente di te. Ed è natale anche nel salvadanaio inutile di un bimbo.

È natale nei tuoi figli da crescere, nei tuoi vecchi da accudire, in tutti quelli che dipendono da te e nel tuo disperato bisogno di coccole.

È natale nel panettone ma anche nello stomaco vuoto di tante persone al di là di un mare.

È natale nel pensiero di chi si ricorda di te e in quello di chi ha fatto spazio per altre cose e non sa più chi sei.

È natale nelle pagine che scriverai, prima o poi.

È natale negli affetti perduti e in quelli incontrati. Nei regali che non ci saranno, in quelli che ci sono stati, nei cenoni della tua infanzia.

È natale, nel soffio che se l’è già portato via.

Auguri a tutti.

Annunci

Tag:

3 Risposte to “DOVE STA NATALE”

  1. SABRINA Says:

    così descritto il natale piace pure a me…..!

    ma non ti faccio gli auguri….! indovina chi sono?

    ps.aspetto una bella pagina anche per la festa della BEFANA!

    SEI PROPRIO FORTE!
    a presto FS

    Mi piace

  2. SABRINA Says:

    A PARTE L’IRONIA……IL NATALE DOVREBBE ESSERE UNA RICORRENZA DEDICATA ALLA RIFLESSIONE E AL RECUPERO DELLA NOSTRA E ALTRUI UMANITA’….MA L’IPOCRISIA IL CONSUMISMO IL PIU’ DELLE VOLTE CI PORTA AGLI ESTREMI OPPOSTI.
    CARA RAMONA
    COME ALTRE VOLTE I TUOI SCRITTI MI FANNO RIFLETTERE ,
    E CON LA SEMPLICITA E LA SENSIBILITA’DI CHI HA IL TALENTO MI REGALI EMOZIONI ….

    GRAZIE!

    Mi piace

  3. ramona Says:

    Cara Sabrina, come vuoi che non indovini chi sei??? Grazie per questi tuoi commenti. Mi verrebbe di farti gli auguri, anche se non li vuoi…. facciamo che te li ho dati e tu te li sei presi! Ciao, un abbraccio anche a te e grazie per la tua vicinanza!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: