Il Golfino Blu a Senigallia

golfino bluÈ tempo di una seconda presentazione per il Golfino Blu. Eccolo dunque che, nel suo lento ma costante e testardo girovagare in cerca di lettori, si mette in treno per raggiungere Senigallia e la sua biblioteca. Qui, nel regno del libro cartaceo, si terrà un incontro per avvicinare chiunque lo voglia ai misteri dell’editoria digitale. Non è una bestemmia, ormai le biblioteche si stanno dando da fare, cercano di attrezzarsi per diffondere anche la lettura su digitale. Perchè il loro meritevole compito principale è proprio questo, diffondere, oltre che custodire, il sapere e il piacere della lettura. Se i tempi moderni prevedono che si possa leggere su qualcosa di diverso dalla carta, loro si adeguano. Se domani si trovasse il modo di leggere un libro su una nuvola, in qualche modo le biblioteche farebbero in modo di mettere a disposizione un lettore di nuvole. L’importante è che non si perda la meravigliosa opportunità concessa, in questo mondo, solo alla razza umana: la lettura. Il Golfino Blu ha una parte microscopica in tutto questo, ma è contento di poter contribuire in qualche modo. Nella fattispecie l’evento e il luogo non sono casuali. Senigallia ormai è come un’altra casa, c’è in queste zone un pezzo di cuore e tanti amici. Qui si è voluto organizzare una serata che parli di ebook proprio ai frequentatori di una biblioteca sì tradizionale, ma che si sta apprestando ad aprire al nuovo, per questo il Golfino è stato invitato a partecipare. E il Golfino, felice, ha accettato e ora è qua.

Scende dal treno e trova ad aspettarlo la consueta amabile accoglienza marchigiana, stavolta al dolcissimo gusto di cioccolata e anice. La giornata è tremenda, tira un vento freddo e l’Adriatico è inquieto. Come cambia faccia una località di mare, quando la vedi d’inverno… eppure il fascino del mare non muta, anzi, ne guadagna. Viene voglia di dissolversi nei miliardi di gocce di acqua sbattute dal vento verso riva: sarebbe una fine gioiosa, una continua rinascita al sapore di sale; eventualità tutt’altro che disprezzabile.sen 3

La passeggiata sul lungomare riempie i polmoni di iodio e poco importa se il vento è feroce e le nuvole minacciano pioggia. La sensazione di rinforzo dell’anima compensa gioiosamente il minimo disagio.

Arriva l’ora in cui bisogna essere in biblioteca; c’è una presentazione, non si deve fare tardi.

Il Golfino sale una ripida rampa di scale ed entra in punta di piedi e con un po’ di soggezione nell’imponente, attrezzatissimo e molto frequentato spazio bibliotecario. Gli fanno conoscere un paio di colleghi ebook, che saranno presentati anch’essi in questa serata e che destano il suo interesse, poiché molto, molto diversi da lui.

Ma arrivano gli amici! Ed è meraviglioso incontrarsi di nuovo dopo tanto tempo. C’è chi aveva preannunciato degli impegni di lavoro che lo avrebbero trattenuto e invece è riuscito a venire, con gioia immensa del Golfino. C’è chi invece non manca mai quando si tratta di ritrovarsi e salutarsi, distanze permettendo, ed è ugualmente un piacere che non riesce a stancare. E c’è chi arriva trafelato e poi deve correre via, perchè gli impegni della vita sono inderogabili, ma ha voluto esserci anche solo per poco. E poi ci sono quelli che non ce l’hanno fatta a venire, ma il Golfino lo sa e sa che l’abbraccio è solo rimandato. L’amicizia non bada a tempi e distanze, resiste a ogni intemperia.

Si raduna un piccolo pubblico di una ventina di persone o poco più. Si comincia. La parola a una descrizione dell’ebook, cos’è e come funziona. Il pubblico è attento, vuole sapere. Poi si parla del Golfino, di come è nato, si legge un pezzo delle prime pagine. Si racconta di quell’indefinibile imbarazzo che incappa nelle presentazioni come questa, quando non hai il libro tangibile in mano, da mostrare o da vendere agli interessati e ai pigri che non hanno voglia di andare in libreria. E poi la parola passa agli altri due protagonisti. Le persone sono curiose, fanno domande, si intavola un certo dibattito. E in un attimo il tempo è volato, non c’è più spazio per altre letture. Ma resta quello per chi vuole sapere. Il Golfino risponde ed è contento di non essere passato inosservato.

La serata si conclude con aperitivo allegro andante, stuzzichini golosi e infine pizza. E tante risate. Infine baci e abbracci, domani il Golfino se ne va, ritorna a casa sua, al suo dovere in corsia, e tutto rientra nella norma. Il cuore e la mente si arricchiscono di nuovi ricordi, per sempre legati a questa giornata, trascorsa forse troppo in fretta, ma colma di cose belle. Nuovo materiale che riscalderà gli anni che verrano, con un velo di nostalgia.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Annunci

Tag: , ,

4 Risposte to “Il Golfino Blu a Senigallia”

  1. pedalopoco Says:

    e questo: “Il cuore e la mente si arricchiscono di nuovi ricordi, per sempre legati a questa giornata”, è uno dei sapori più belli del nostro vivere..

    ciao

    peda

    Mi piace

  2. ramona Says:

    ciao Peda! Tutto bene?

    Mi piace

  3. pedalopoco Says:

    tutto bene, tranne gli acciacchi che sai…. situazione in stallo…. 🙂
    barcollo ma non mollo… 🙂

    Peda

    Mi piace

  4. ramona Says:

    coraggio, ti abbraccio! 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: