GENNAIO

medium_pupazzo-di-neve-5Benvenuto Gennaio. Anzi bentornato. Lo sai che non mi sei particolarmente simpatico, te lo ricordo subito, ma voglio lo stesso darti il benvenuto. Perché in fondo non sei che il primogenito di una famiglia che conta dodici figli, e in una famiglia ogni componente non è né bello né brutto, né buono né cattivo, ma apporta qualcosa di personale e unico che va accettato.Così se Marzo pazzerello porta i primi fiori, timidi tepori e un po’ di luce in più, se il biondo Luglio offre il meglio di una stagione calda e vitale e Dicembre, il figlio più vecchio e saggio, benché ultimo arrivato, regala la Festa per eccellenza sotto l’abete, tu Gennaio, primogenito e neonato, porti con te nel sacco della Befana un po’ di doni.

La speranza, prima di tutto. Che i giorni che seguiranno, con i fratelli che verranno dopo di te, siano migliori di quelli passati, che chissà perché ci si accorge proprio alla fine che di solito non sono stati del tutto belli, nè godibili. Stavolta poi, diciamocelo, si è trattato di giorni molto tristi e molto pesanti. Senza soldi, senza lavoro per troppi, senza giustizia, senza coscienza civica e umana. Senza fiducia nel domani.

Ed ecco invece che arrivi tu, e all’improvviso la fiducia ritorna. Sei nuovo di zecca, sei appena nato, annunci un anno intero di speranza che le cose vadano meglio per tutti.

Un altro regalo che hai portato è la neve. Si sa, fa un po’ di danni, ma insomma senza neve in montagna non sembra nemmeno Inverno, e l’Inverno ha tutto il diritto di esistere. Certo da qualche anno il signor Inverno se la prende comoda, arriva in ritardo, si fa aspettare e poi non se ne va più. Tocca a te ricordarci che è la sua ora, questa.

E tocca a te anche aprire le porte al divertimento, l’ennesimo dono. Perché non è vero che con l’Epifania tutte le feste ti porti via: quasi subito comincia il Carnevale, e noi non ci capiamo più niente. Il Bambino è appena nato, i cammelli dei re magi sono ancora all’orizzonte e tu già preannunci i frizzi e i lazzi che verranno da qui a pochissimo. Ma sei sicuro che questa volta il Carnevale giungerà allegro come al solito? Non so, mi sa che stavolta sarà dura…

E poi porti anche un regalo più o meno indesiderato: il ritorno alla normalità dopo un periodo festoso, la riapertura di scuole, fabbriche, uffici (quelli che non chiudono per fallimento). Il ritorno al dovere, la fine del riposo, per chi può riposare.

Dicevo che non mi sei simpatico, caro Gennaio. Sei un mese freddo e lunghissimo, il cuore dell’Inverno. I tuoi 31 giorni sembrano non concludersi mai, tu sei sempre qui e soffi ghiaccio e fiocchi di neve. Perdo il calore, con te, mi sembra di vivere in un igloo e un po’ sono davvero ibernata. Però accetto la tua venuta, perché è inevitabile, ma anche perché tanto prima o poi te ne andrai. Con la tua sciarpa di lana e il berretto in testa, due palle di neve per pompon, e forse pure un pupazzo di neve con una carota per naso al seguito. Come sei arrivato te ne andrai, devo solo pazientare. Niente dura in eterno, nemmeno tu.

Sarà una gioia salutare il primo giorno di Febbraio. Che non sarà di certo molto più caloroso di te, non per niente lo definiscono corto e maledetto, però vuoi mettere? Dura così poco, è festoso, le sue giornate sono visibilmente più lunghe ed è così ottimista che appena lui si defila è già Primavera.

Perciò caro Gennaio, so che devi fare il tuo tempo, so che devi passare, sgradito ospite tuo malgrado, non sarò io quella che potrà cancellarti dal calendario. Almeno però fai in fretta, più che puoi, infischiatene dei giorni, che pure non possono essere meno di 31 e più corti di 24 ore. Lo so, so anche questo. Ma tu fai presto ad andartene, che io voglio vedere il disgelo e la stagione più bella e luminosa dell’anno. Non fa niente se per questo dovrò accorciare di un poco la mia vita.

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: