TUTTO FINISCE

donnaNon c’è niente al mondo di eterno. Qualsiasi cosa, per definizione, dal momento che nasce è destinata a morire. O comunque a finire.
In questo periodo un po’ strano, dopo mesi convulsi vissuti in apnea che mi hanno costretta a stare lontana da queste pagine, sto subendo la fine di molte cose. Qualcuna è dolorosa, qualcuna è quasi un sollievo. In ogni caso ognuna lascia un vuoto che al momento appare incolmabile.

È finito il master cui, da vera incosciente, mi ero iscritta 13 mesi fa. Una esperienza incredibile, ma allucinante dal punto di vista della fatica fisica e mentale. Non so se mi sarà di qualche utilità nella vita, probabilmente no, ma intanto mi ha permesso di mettermi alla prova, capire i miei limiti, rispondere a qualche domanda sulle mie capacità di apprendimento a una età non più fresca. E mi ha aiutato ad aprire gli orizzonti, mi ha fatto conoscere persone interessanti, con le loro esperienze di vita e professionali che solo a sentirle parlare hanno aperto mondi interi.
Ma per fortuna è giunto al termine.
Per fortuna dico, perché l’impegno è stato notevole. Per mantenere il più possibile una vita normale, come prima di iniziare a studiare, c’è voluta una spremuta di energia pazzesca, fino a esaurire l’ultima goccia di carburante.
Un intero anno è finito nel tritacarne di questi mesi vorticosi.
È tutto finito, sì. Restano pagine vuote di impegni e l’incredulità di chi si aspetta nonostante tutto di dover andare in aula il prossimo sabato o a tirocinio il venerdì.
La parola fine sarà definitiva solo con la discussione della tesi, ma ci sarà tempo per ritornare a parlarne.

È finita un’epoca in ambito lavorativo. Persone con cui condividevo da venticinque anni la quotidianità del lavoro in corsia, sono giunte al termine dell’attività lavorativa, beate loro, se ne vanno a godere il meritato riposo. Il reparto però non chiude, anzi, a causa di questi e altri fattori è sconquassato dalle novità. Che siano positive o meno lo si scoprirà solo vivendo. Ma nel frattempo è innegabile che la vecchia routine, le vecchie facce, i vecchi sistemi di cui dovremo fare a meno abbiano lasciato il vuoto. Per quanto la speranza di andare incontro al meglio sia in me coltivata e concimata forsennatamente, il senso di vuoto si allarga.

fine-amore

 

 

 

 

 

 

È finita anche un’amicizia molto cara, come non avrei creduto possibile. Però sì, anche le amicizie non sono eterne. Nascono, maturano, si evolvono, coinvolgono, poi declinano e si esauriscono. Resta forse qualcosa di molto tiepido, l’ombra di ciò che erano, che non può più bastare. Non dopo aver fatto parte della mia vita per anni e aver condiviso esperienze, emozioni, pensieri. Non dopo aver scambiato i cuori. E sì, qui il vuoto è davvero grande, un baratro, che si somma a tutti gli altri. Non se ne vede il fondo, è sconfinato.
Non è la prima volta che mi capita di perdere un’amicizia importante. È nell’ordine delle cose, come dicevo. Ma come sempre lo trovo doloroso, molto doloroso, esageratamente doloroso. Nei sentimenti non ho mezze misure, sono tutti amplificati, nel bene e nel male.
Eppure è un capitolo chiuso: un’altra amicizia finita, o forse solo mutata in qualcosa che non mi scalderà più come ha scaldato per tanti anni.
Bisogna farsene una ragione.
Ma che vuoto, laggiù, nel cuore.

È finito anche il tempo delle illusioni. Di queste ne sono morte tante, purtroppo.

È finita l’illusione di una maturità ancora giovane. L’età anziana non è così lontana, il tempo vissuto è molto più lungo di quello che resta. Puoi dimostrare un po’ meno dei tuoi anni (illusione appunto) ma lo scarto è sempre più corto: l’anagrafe è spietata, i numeri non mentono.

È finita, di conseguenza, l’illusione di un fascino che conquista, al di là della bellezza. L’età di mezzo ha valore in esperienza, ma è così poco allettante esteticamente che non basta sentirti splendida e in armonia con il creato. Non lo sei.

È finita l’illusione di salute e benessere. Quel doloretto non è più temporaneo, ormai è cronico e non ti abbandonerà più. Il rischio di una sgradevole sorpresa che turbi in modo serio l’omeostasi del tuo organismo non è qualcosa che può capitare agli altri, a quelli che curi da una vita, ma una eventualità per te molto prossima e concreta. Dall’altra parte, su quel letto bianco, potrai esserci tu, a breve.

È finita l’illusione di stabilità economica. Non basta avere alle spalle una vita di lavoro. La precarietà è lì dietro l’angolo, l’ansia di non farcela è assillante anche se il lavoro ce l’hai. Anche perché mentre tutto, intorno, lievita spaventosamente in termini di costi, lo stipendio è sempre quello, anche un po’ meno, da troppo tempo.

È finita l’illusione di quel talento che avrebbe potuto dare un senso all’esistenza. Hai realizzato dei sogni, ma non ti hanno cambiato la vita. Sei quello che sei, e non sei un genio.

Tutte queste cose, queste illusioni, sono finite.
Tutto finisce, in nome di una consapevolezza che rischia di uccidere la voglia di sognare, pure quella ormai agonizzante.

Davanti il baratro del vuoto lasciato da ciò che non c’è più.
Dietro, momenti irripetibili, attimi di vita che hanno riempito l’anima di cui resta, forse, solo un ricordo insufficiente.
Nel mezzo il salto da fare, ad occhi chiusi, aggrappati a uno speranzoso filo di sicurezza, per andare oltre e continuare il viaggio.

salto

Annunci

Tag: , , ,

2 Risposte to “TUTTO FINISCE”

  1. resilien Says:

    mamma via che visione terribile, non lasci nessuna speranza…si può essere in armonia con il creato anche se non si funziona più bene… te lo assicuro

    Mi piace

  2. ramona Says:

    resilien, ci sono momenti in cui tutto sembra andare male e non ci si può sentire in armonia con l’universo. Però sono momenti, appunto, e vanno accettati, sapendo che passeranno. E a questo sì, ci credo, che passeranno.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: