IO E LUI

disegno-di-jessica-rabbit-colorato-660x847Sono giorni che non mi esce dalla mente.
L’ho visto per caso, pareva aspettare solo me. Mi chiamava in quel modo silenzioso che le donne conoscono bene, senza fare un gesto. Nessun aspetto vistoso, niente per farsi notare tra la folla. Eppure ci siamo visti e riconosciuti. E subito presi, verrebbe da aggiungere.
Ma non era il momento.

Non senza rimpianto sono andata via. Un’ultima occhiata a malincuore e addio. È stato bello sfiorarsi, accarezzarsi, capire di essere fatti l’uno per l’altra. Ma non era il momento giusto, lo sapevamo entrambi. Per certe cose bisogna cogliere l’attimo perfetto e questo non lo era. Non ancora.

Le emozioni positive però restano in fondo al cuore, mettono radici e fanno sì che le circostanze diventano favorevoli a una nuova occasione.
Così ci siamo rivisti.
Quando ero sicura che tutto fosse finito ancora prima di cominciare, ecco un nuovo incontro.

Lui era sempre lì, non se n’era andato, mi aspettava. Attendeva che andassi oltre le mie insicurezze.
Di nuovo sguardi languidi e perfino una carezza. La mia mano lo ha sfiorato leggera, timorosa e vogliosa insieme. Pensavo che sarebbe stato mio, prima o poi. Lo credevo fermamente; lui ne era convinto più di me.
Però no, neppure allora era il momento giusto. Non saprei dire perché, ma lo sentivo in modo confuso. Era come se rifiutassi di cominciare una nuova storia, con il ricordo scottante di tante altre che mi avevano deluso e ingannato, quando tutto sembrava andare bene, all’inizio. Salvo poi, quando si arrivava a casa, scoprire la verità; non era vero che si andava d’accordo. Le premesse venivano disilluse e sconfessate dalla evidenza dei fatti: eravamo incompatibili. Il sistema di specchi magici e compiacenti che ci aveva fatto conoscere e innamorare si rivelava di colpo bugiardo e traditore. E anche un po’ interessato.

Niente. Con la morte nel cuore sono fuggita per la seconda volta. Non volevo restare delusa di nuovo. Un’altra occhiata, il rimpianto sempre più forte e via.

Mi sono data della vigliacca. Mi sono detta che non è mai tardi per rischiare. Che dovevo avere fiducia in me stessa, che le cose ora erano diverse, ero più disincantata, più forte, grazie anche all’età più matura. Dov’era la mia autostima? Dov’era quel coraggio che ho sempre mostrato infischiandomene delle convenzioni e di quello che poteva dire la gente? Possibile che fossi diventata così paurosa da rinunciare a un gesto che poteva regalarmi, se non la felicità, almeno un momento di effimera leggerezza? Che avessi smarrito la fierezza, l’orgoglio di esibire ciò che mi faceva sentire bene?

Ci ho pensato per giorni. E poi ho deciso. Sai quelle cose che se non le fai non ti fanno vivere in pace?
Ho seguito l’istinto.
Sono uscita di casa decisa ad assecondare il mio cuore, la mia voglia.

Sono andata a cercarlo e l’ho ritrovato. Era sempre là, non si era spostato. Con una pazienza infinita mi aveva aspettato. Di nuovo un’occhiata, stavolta d’intesa e di ritrovata emozione. Eravamo soli in mezzo alla gente, pronti a prenderci e concederci. Ma restava da sciogliere una piccola riserva. Non volevo avere sorprese, dopo. Dovevo testarla subito la nostra compatibilità.
Dovevo sentirmi lui sulla pelle, sentirlo scivolarmi addosso con una carezza, volevo constatarne la sensualità.
Non potevo aspettare, ci siamo chiusi in camerino. Ed è stato meglio di quanto credessi.

Sono uscita con un largo sorriso stampato sulla faccia. Pronta ad affrontare le conseguenze di quel gesto, a sfidare di nuovo il giudizio della gente che si ferma all’apparenza, quando ciò che conta è la propria personalità e il sentirsi bene con se stessi.

Tenendolo stretto a me, temendo che qualcuno potesse portarmelo via, sono andata alla cassa.
La signorina ha battuto il conto senza un commento, io ho estratto la carta di credito, ho fatto quello che dovevo fare e me ne sono andata senza un briciolo di rimorso con il mio vestito nuovo piegato con cura in una busta.
Tutto per me e la mia felicità.

abito-in-pizzo-rosso-h-m_thumbnail

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: