COMPLEANNO (ALLA ROVESCIA?)

youtube-auguri-di-compleanno-divertenti-gatto-300x273
Oggi ho un giorno di saggezza in più, un giorno di follia regalato, un giorno di vita in meno.
Oggi sfoglio un nuovo calendario e ho un nuovo inizio.
Oggi è il mio capodanno, oggi sono nata e da qui ricomincio.

Il giorno della mia festa da sempre mi riempie di gioia, nonostante da un po’ i numeri rotolino troppo in fretta.

Da oggi ho un anno in più e per un giorno sono stata al centro dell’universo.
Mi sono arrivati pensieri da ogni dove, da parte di chi per un secondo mi ha ritrovato nella sua mente. Sono stati più di quanto credessi o mi aspettassi.
Tanta gente ha speso qualche secondo per augurarmi il meglio per questo anno che va a cominciare, per il capodanno di un nuovo capitolo… Che meraviglia: il telefono che squilla per un messaggio o una chiamata, la chat che ribolle di sorrisi e auguri.

Se c’è un giorno all’anno in cui sono felice è il mio compleanno.
Se c’è un giorno all’anno in cui mi permetto di sognare un po’ più forte, è il mio compleanno.
Se c’è un giorno all’anno in cui baci e abbracci si moltiplicano allagando il mio cuore di amore puro, è il mio compleanno.
Se c’è un giorno all’anno in cui mi sento importante, è il mio compleanno.
Vorrei che tutti i giorni fosse il mio compleanno.

Eppure vorrei anche che il mio compleanno, da questo punto in poi, cominciasse un conteggio a ritroso. Sottrarre, invece che sommare, anni su anni.

Perché io Dorian Gray in fondo lo capisco. È così difficile guardarti nello specchio e vedere un’altra te, così diversa da quella te impressa sulle foto di appena ieri l’altro. Non sarebbe male se ad invecchiare fosse solo lo specchio, vero Dorian? Tu che lo hai provato, cosa ne dici?

Del resto è difficile anche spiegare come si possa amare così tanto la vita, come ci si possa scoprire increduli nel constatare di averne messa dietro le spalle più di quella che ci aspetta davanti.

Il giorno del mio compleanno mi ricorda, ogni volta di più, che in tutto questo tempo qualcosa in fondo ho costruito. Che ho avuto la fortuna di amare e di essere amata, pur senza essere stata una rara bellezza. Che ho incontrato persone splendide che mi hanno regalato qualcosa di sé. Che ho vissuto esperienze forse non eclatanti, ma importanti e significative. Che ho vissuto con un leggero disincanto ma con passione, seguendo il cuore e la ragione, in eterno conflitto fra loro. Che ho rinunciato, è vero, a molte cose, ma che ne ho avute altre e il tutto ha avuto un senso. Che ho raggiunto molti obbiettivi e quindi non sono arrivata fin qui senza nulla in mano.

z-faja1

Il giorno del mio compleanno è fatto apposta per essere ogni anno un po’ più pesante, come un cestino da riempire strada facendo non solo di fiori, ma anche di sassi. Perché camminando a lungo incontri il bello e il brutto, la poesia e la zavorra. Nel cestino ci sta tutto.
Nel giorno del mio compleanno spengo una candela sulla torta, ma accendo il desiderio. Non si finisce mai di avere un sogno e un desiderio, quelli che ti tornano in mente nelle grandi occasioni: quando scrivi la lettera a babbo natale, quando cadono le stelle ad agosto e quando soffi sulle candele della torta del tuo compleanno. Nel cestino c’è sempre un po’ di posto per qualcosa di nuovo.

Io ce l’ho il mio desiderio. Vivo, pulsante e appassionato, aggrappato alla vita con ferocia, certo che prima o poi sarà realizzato. Anzi, ne ho così tanti di obbiettivi da centrare che non mi basteranno i compleanni, né le candele su cui soffiare. Per forza che mi tocca contare all’indietro i giorni del mio compleanno, così il tempo per fare tutto quello che vorrei fare si moltiplica.

Non voglio fare del mio compleanno un giorno di bilanci. Non è ancora ora.
Oggi voglio solo essere felice. Perché sono viva, perché amo, perché ho uno scopo. Nonostante il tempo si precipiti in avanti anziché indietro e il cestino che mi accompagna diventa ogni anno un po’ più pesante.
Oggi voglio sentire tutto l’amore del mondo. Voglio poter dire che non sono restata da sola a pensare alle illusioni.
Voglio soffiare sulla mia candelina e brindare, sentirmi di nuovo la bambina curiosa, la ragazza innamorata, la donna appassionata e razionale che sono stata e sono. Voglio regalarmi quel sogno impossibile, quel desiderio che scalda il cuore, quella voglia mai domata, quella fame mai saziata.

E se il compleanno alla rovescia non sarà possibile, allora dimenticherò il numero che si è concretizzato oggi per l’anagrafe.
Il compleanno è un nuovo inizio, un capodanno.
Comincia una nuova avventura, non so cosa mi regalerà, se fiori o sassi da mettere nel cestino. Ma non sarà un numero ad ammazzare il passato e tanto meno il futuro. Non sarà quel numero che taglierà le gambe al presente. Oggi quel numero non esiste.

Io sono sempre io, a prescindere dai numeri.
E oggi è il mio compleanno.

Auguri, cara me stessa.

compleanno

Annunci

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: