Posts Tagged ‘carboneria letteraria’

CARBO-FUS A NAPOLI!

5 febbraio 2016

fuscarboneria-letteraria

 

 

 

 

 

Venerdì 29 gennaio. Sono in viaggio sul Frecciarossa. Contrariamente ai miei timori, supportati dalle ultime avventurose trasferte, tutto finora è andato bene. Niente ritardi, guasti, incidenti.
Poca gente viaggia con me, educata, per niente caciarona. Il viaggio ideale, quasi. Se si fosse eliminato un cambio del tutto inutile, sarebbe stato perfetto.
Sto andando a Napoli. E sono molto emozionata per vari motivi. (more…)

Annunci

I VIAGGI DI MAIDEN VOYAGE

21 giugno 2015

barcheÈ bello quando, al di là dei risultati puramente materiali, quello che scrivi regala emozioni e intraprende altri viaggi.

Prendi Maiden Voyage, per esempio, il romanzo di fantascienza scritto con la mitica Carboneria Letteraria, miei fratelli di penna. Nata per volare nello spazio, la nostra astronave una volta naviga per mare e un’altra percorre un nuovo, ibrido e intrigante sentiero.

Anche quest’anno la Scuola di vela Four Sailing ha organizzato per noi carbonari una presentazione in barca. Dopo l‘esperienza dello scorso anno, potevo mancare?
Certo che no. (more…)

UTOPIE POSSIBILI

6 maggio 2015

utopiaFacciamo il punto della situazione.
I punti fermi aiutano a prendere fiato.
A prendere le distanze.
A prendere coscienza della strada fatta e di quella che resta da fare.
A prendere decisioni.
Insomma, mettiamo un punto e vediamo a che… punto siamo.

Dovrei dire: a che punto sono. È di me che stiamo parlando. Del momento pazzesco che sto vivendo da qualche mese, forse da un anno. Delle utopie possibili che sto coltivando, tutte insieme. (more…)

MAIDEN VOYAGE, CON LA CARBONERIA LETTERARIA

8 dicembre 2014

mvPeriodo intensissimo, l’ultimo che sto vivendo, mi ritrovo presa da un miliardo di eventi, di cui magari un po’ alla volta riuscirò a parlare. Tuttavia non posso mancare di annunciare al mondo una cosa che mi sta particolarmente a cuore.
È stato appena pubblicato, infatti, l’ultimo libro della Carboneria Letteraria. Più che un’associazione, più che un gruppo di amici, la Carboneria è quasi una seconda casa per me, piena di fratelli e sorelle acquisiti con cui da anni condividiamo cene, viaggi, presentazioni, fatiche letterarie. Come quella appena uscita. (more…)

CANTI D’ABISSO E LA PRESENTAZIONE ACQUATICA

4 giugno 2014

canti d'abissoNon è mai troppo tardi per sperimentare nuove emozioni, né per raccontare quelle già vissute. Quando credi di averle già consumate tutte o quasi ne arriva una nuova, imprevista, intensa come poche, e tu puoi solo meravigliartene, godertela e ringraziare chi ti ha permesso di viverla in pieno.
La scrittura è per esempio una fonte di emozione inesauribile; a me ha riempito la vita di persone, situazioni, avventure che non sarà facile dimenticare.
Una di queste avventure si è conclusa da poco e solo ora, a distanza di giorni, riesco a trovare il tempo e le parole per descriverla. (more…)

BILANCI E PROGETTI

25 settembre 2012

È presto per fare un bilancio, vero?

Dipende. Su cosa lo vuoi fare questo bilancio? Sulla tua vita?

No, certo.

Meglio, perchè fare un bilancio di vita alla tua età non si sa dove può portare. Non è il caso.

Lo immaginavo.

E dunque?

Pensavo di fare un bilancio su altre cose.

Quali?

Il mio primo libro, per esempio. (more…)

PAROLE PER STRADA, PAROLE VIRTUALI, PAROLE COLLETTIVE: LA PRIMA PRESENTAZIONE DEL GOLFINO BLU – Parte seconda

1 luglio 2012

Ci siamo. Domani è la grande serata. Sarà per quello che il battito del cuore è un tantino esagerato e le notti diventano lunghissime, passate a contare le ore?
Macché. Non sono mica agitata. Sono perfettamente calma e padrona della situazione. Ho perfino in mano una scaletta del programma, me la sono inventata in quattro e quattr’otto durante la vacanza al mare. Il riposo porta consiglio, chissà…
No, non sono agitata. Ma la notte non si dorme. Si pensa, si immagina, ci si fa domande, ci si augura che vada tutto bene. Niente di che. (more…)

PAROLE PER STRADA, PAROLE VIRTUALI, PAROLE COLLETTIVE: LA PRIMA PRESENTAZIONE DEL GOLFINO BLU – Parte prima

26 giugno 2012

E venne il tempo per il Golfino Blu di cominciare il suo viaggio. La sua prima presentazione al pubblico avviene in casa, grazie al contributo di un evento importante come la tappa de Le Parole Per Strada (con gli amici de Il Furore dei Libri) e all’amicizia de La Carboneria Letteraria.

Come mi è venuto in mente di fare un’associazione così apparentemente bislacca? Che ci azzeccano tutte queste cose fra di loro? Bè, a parte il fatto che io ci sto in mezzo a tutte e tre (e scusate se è poco…) il legame fra tutto è ben altro e ben più importante di me.

Il caso ci ha messo del suo, le coincidenze a volte sono straordinarie e hanno tutte un senso. (more…)

TORINO, FIERA DEL LIBRO IN CARBONERIA

26 maggio 2011

E anche quest’anno c’è stata Torino! Sono trascorse già due settimane, a dire il vero, ma il mio tempo è quello che è, e prima non sono riuscita a completare il resoconto. Racconto ora, con colpevole ritardo, la cronaca di una bellissima trasferta con amici cari.
Ogni tanto capita di avere la fortuna, o almeno la possibilità di fare qualcosa di diverso. E se questo qualcosa di diverso è pure bello, non si può chiedere di più.
Così, senza troppi intoppi né troppa programmazione, anche stavolta ho potuto andare nella bella Torino. Non per rivedere la città, che pure mi sarebbe piaciuto molto, ma per visitare la nuova edizione della Fiera del Libro. Nel mio piccolo, anche come autrice. Ma va’… ma sì. Ho detto nel mio piccolo, piccolissimo.
Che poi bisogna vedere quanto è piccolo.
Tutto merito della mitica Carboneria Letteraria, il collettivo di scrittori folli che mi comprende, bontà loro, e che quest’anno si è guadagnata la possibilità di fare due presentazioni al Lingotto. Chiamalo poco. (more…)

PECCATI DI GOLA

9 febbraio 2011

Il clima intorno a noi non è dei migliori, e non intendo quello atmosferico; la fiducia in chi ha in mano la sorte del Paese è in caduta libera, precipitando senza troppe speranze di essere recuperata. L’atmosfera è abbastanza deprimente, insomma, non si vede via di uscita dalla crisi economica, dalla crisi degli affetti, dalla crisi dei valori, dalla crisi globale.

Che cosa si può fare, allora? Suicidarsi.

Macchè. Vuoi darla vinta alla disperazione? Certo che no! Io un rimedio a portata di mano ce l’ho. Lettura e peccati di gola… due piaceri che nella vita non dovrebbero mancare mai (c’è anche altro, ma per certi versi è compreso fra questi due). (more…)