Posts Tagged ‘homo scrivens’

LA SCRITTURA UCCIDE

18 maggio 2019

Ed ecco una nuova creatura. Non è solo mia, ma è… tanto mia!

Sveliamo il mistero.

È apparsa in questi giorni la nuova antologia della Carboneria Letteraria: si intitola La scrittura uccide, edita da Homo Scrivens.

Ogni tanto a noi della Carboneria salta il matto e ci buttiamo in una nuova impresa. Questa volta uno di noi un giorno ha lanciato un riflessione sugli effetti deleteri che la scrittura potrebbe avere su chi legge e chi scrive (qualche riferimento in merito lo si trova nella postfazione del libro, autore Alessandro Morbidelli). (more…)

Annunci

CARBO-FUS A NAPOLI!

5 febbraio 2016

fuscarboneria-letteraria

 

 

 

 

 

Venerdì 29 gennaio. Sono in viaggio sul Frecciarossa. Contrariamente ai miei timori, supportati dalle ultime avventurose trasferte, tutto finora è andato bene. Niente ritardi, guasti, incidenti.
Poca gente viaggia con me, educata, per niente caciarona. Il viaggio ideale, quasi. Se si fosse eliminato un cambio del tutto inutile, sarebbe stato perfetto.
Sto andando a Napoli. E sono molto emozionata per vari motivi. (more…)

MAIDEN VOYAGE, CON LA CARBONERIA LETTERARIA

8 dicembre 2014

mvPeriodo intensissimo, l’ultimo che sto vivendo, mi ritrovo presa da un miliardo di eventi, di cui magari un po’ alla volta riuscirò a parlare. Tuttavia non posso mancare di annunciare al mondo una cosa che mi sta particolarmente a cuore.
È stato appena pubblicato, infatti, l’ultimo libro della Carboneria Letteraria. Più che un’associazione, più che un gruppo di amici, la Carboneria è quasi una seconda casa per me, piena di fratelli e sorelle acquisiti con cui da anni condividiamo cene, viaggi, presentazioni, fatiche letterarie. Come quella appena uscita. (more…)

LETTURE AMICHE: “L’UOMO CHE VOLLE FARSI STREGA”, FRANCESCA GARELLO

23 gennaio 2014

luomo-che-volle-farsi-stregaPer la serie Letture amiche, oggi voglio parlare di un insolito libro di racconti: L’uomo che volle farsi strega, di Francesca Garello, Homo Scrivens editore, pubblicato nel 2013. Che sia insolito, credo che basti il titolo a supportarlo: qui ci troviamo di fronte a racconti molto strani… Insomma, si sa che è difficile parlare di una raccolta di racconti, forse mi spiego meglio chiacchierando dei singoli brevi testi che essa racchiude e che, lo ammetto, mi hanno divertita da matti. (more…)